#44 - CURIOSITA'...sullo SWAHILI e sulla gente che lo parla!!

“Swahili”: nella mente di molti viaggiatori questa lingua evoca l’immagine di paesaggi africani e di animali tipici della savana del Serengeti.

La storia di questa lingua è particolare...ecco alcune curiosità sullo swahili e sulla gente che lo parla.

- Lo swahili è parlato da oltre 100 milioni di persone in almeno 12 paesi dell’Africa centrale e orientale.


- Lo swahili più puro si trova sull’isola di Zanzibar ma è la lingua ufficiale del Kenya, Tanzania e Uganda. In molti paesi limitrofi viene utilizzata come lingua franca per agevolare il commercio e la comunicazione tra le persone. Possiamo affermare infatti che questa lingua ha avuto un ruolo molto importante nell’unificazione dei popoli dell’Africa orientale. Solo in Tanzania, ad esempio, si parlano almeno 114 lingue tribali. E' come se noi ci recassimo ad appena 50 chilometri da casa e trovassimo persone che parlano una lingua completamente diversa, lingua che in certi casi è parlata solo dagli abitanti di qualche piccolo villaggio. Comunicare con loro sarebbe un problema! Non è difficile capire perché è stato così utile avere una lingua franca.


- Lo swahili è una lingua parlata come minimo dal X secolo e divenne una lingua scritta solo nel XVI secolo.


- Durante il suo primo millennio di vita lo swahili fu arricchito da migliaia di parole arabe. Infatti almeno il 20 per cento delle parole è di origine araba, mentre la maggior parte delle altre è di origine africana. Pertanto non sorprende che per vari secoli sia stato scritto con caratteri arabi.

- Oggi lo swahili utilizza i caratteri latini. Questo perchè alla metà del XIX secolo, nell’Africa orientale, arrivarono dei missionari europei decisi a far conoscere il messaggio della Bibbia alla popolazione locale.


Se siete in procinto di effettuare un viaggio in quest’area, per non farvi cogliere impreparati, elenchiamo alcuni termini che potrebbero esservi utili:


1. Jambo – Saluto usato in genere verso i turisti

2. Karibu – Benvenuto, usato anche per dire prego

3. Asante/Asante sana – grazie/ grazie mille

4. Habari Gani? – Come stai? Nzuri, sana – Bene, grazie

5. Habari! – Come va? Usato come saluto

6. Pole pole – Piano piano

7. Lala Salama – Buonanotte

8. Rafiki – Amico

9. Salama – Salute!

10. Hakuna Matata – non ci sono problemi, senza pensieri è una possibile traduzione italiana. La filosofia è ‘dimenticare i problemi del passato e concentrarsi con ottimismo sul presente

_______________________________________________________________________________________

"Swahili" in the mind of many travelers this language evokes the image of African landscapes and typical animals of the Serengeti savannah.

The history of this language is particular ... here is some trivia on Swahili and about the people who speak it. - Swahili is spoken by over 100 million people in at least 12 countries in central and eastern Africa.

- Swahili purest is located on the island of Zanzibar but it is the official language of Kenya, Tanzania and Uganda. In many neighboring countries it is used as the official language to facilitate trade and communication between people. In fact we can say that this language had a very important role in the unification of East African peoples. Only in Tanzania, for example, at least 114 tribal languages are spoken. It's as if we go just 50 kilometers away from home, and we could find people who speak an entirely different language, language that in certain cases it is spoken only by the inhabitants of some small village. Communicate with them would be a problem! It is not hard to see why it was so useful to have a common language.

- Swahili is a language spoken at least the tenth century and became a written language in the sixteenth century. - During its first thousand years of life Swahili was enriched by thousands of Arabic words. In fact, at least 20 percent of the words are of Arabic origin, while most of the remainder were of African origin. Therefore it not is surprising that for several centuries it was written with Arabic script.

- Today Swahili uses Latin characters. This is because, at the mid-nineteenth century, in East Africa, the European missionaries arrived determined to make known the message of the Bible to the local population. If you are about to organize a trip to this area, not to make you caught unprepared, we list some terms that may be helpful:

1. Jambo – greeting used towards tourists

2. Karibu – Welcome, term also used to say your welcome

3. Asante/Asante sana – Thanks / thank you so much

4. Habari Gani? – How are you? Nzuri, sana – Fine, thanks

5. Habari! – How are you? used as a greeting

6. Pole pole – Slow slow

7. Lala Salama – Goodnight

8. Rafiki – Friend

9. Salama – Cheers!

10. Hakuna Matata – there are no problems, no thoughts is a possible translation. The philosophy is 'forget the problems of the past and focus on the present with optimism'

Africa - Safari Tanzania - Zanzibar

#tanzania #safari #africa #kalitumbatravel #swahili

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
No tags yet.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • FB Kalitumba Travel Safari
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

Created by DEBORAH CECOTTI by KALITUMBA TRAVEL